Finalntasy’s Weblog


Multate, multate qualcosa in cassa resterà
November 10, 2008, 2:28 pm
Filed under: notizie news | Tags: , , ,

Quando si discute di un più cordiale rapporto tra cittadino e istituzione, con tutta la lieve poesia sull’istituzione che deve mettersi al servizio del cittadino, si naviga nella fantascienza pura. Soprattutto quando si parla dei Comuni, praticamente il primo livello, il più vicino, di questo diabolico rapporto. Per quante chiacchiere si continuino a sprecare, la realtà resta quella di sempre: odiosa.
Sì, continua a rimanere odioso l’atteggiamento prepotente e vessatorio dell’ente locale nei nostri confronti, perché ancora oggi, nonostante tante buone parole, non è cambiata la natura del rapporto: il Comune è despota, noi siamo sudditi.

Il despota può accusarci di qualunque cosa, di qualunque errore e omissione, senza neppure la fatica di risponderne. Il despota può intimarci di pagare una multa che abbiamo già pagato quattro anni fa: per non pagarla, siamo noi a dover dimostrare di averla già pagata. Esibendo ricevuta seppiata. Per uscirne sempre indenni, dovremmo praticamente accatastare nei nostri armadi i documenti e le ricevute di una vita intera. Chi commette l’errore di smarrire o di buttare una ricevuta di quattro anni prima lo fa a suo rischio e pericolo: se al despota gira di battere cassa, l’incauto suddito non avrà alcun modo di dimostrare la propria innocenza e finirà per (ri)pagare la grave colpa.
Non ci sono mezzi termini, bisogna chiamare le cose con il loro nome: i Comuni, ormai, su questo mostruoso e innaturale sbilanciamento di dignità stanno investendo moltissimo.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=305073



Agosto, mercato dell’auto in profondo rosso: -26%
September 2, 2008, 7:39 pm
Filed under: notizie news | Tags: , , , , ,

Roma – Il mercato dell’auto in Italia prosegue il trend
negativo e registra ad agosto un crollo del 26,42%, a 77.156 unità, contro le 104.857 di un anno fa. Lo rende noto il ministero dei
Trasporti.
Nei primi otto mesi dell’anno sono state immatricolate in Italia 1.531.598 unità, segnando una flessione del 12,04% rispetto alle
1.741.322 dello stesso periodo del 2007.

Fiat in calo Ad agosto le immatricolazioni in Italia di Fiat sono scese del 22,97%, a 25.567 unità, contro le 33.191 di agosto 2007. A luglio le immatricolazioni del gruppo
torinese erano calate del 5,5%, a 61.440 unità.
Nei primi otto mesi dell’anno Fiat Group ha immatricolato in Italia 490.733 nuove autovetture, in calo del 10,40% rispetto alle 547.720
dello stesso periodo di un anno fa. Ad agosto la quota di mercato in Italia di Fiat Group
Automobiles si è attestata al 33,13%, in rialzo rispetto al 31,65% di un anno fa. A luglio era al 32,19%.
Nei primi otto mesi dell’anno la quota del gruppo torinese ha segnato il 32,05%, in aumento rispetto al 31,46% dello stesso periodo di
un anno fa.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=287354



Ieri la Human Race con il mito-Tergat: «Che bello correre dentro la storia»
September 2, 2008, 7:12 pm
Filed under: notizie news | Tags: , , , , , , , , , ,

Esordio in chiaroscuro per le due squadre romane nella serie A. La Roma non è riuscita a superare un Napoli che pure ha giocato quasi tutto il secondo tempo in 10 per l’espulsione di Santacroce. Reti di Aquilani e Hamsik e tanti gol sbagliati dai giallorossi. Lazio in trionfo a Cagliari: sotto con Larrivey, i biancocelesti rimontanto nel secondo tempo con un po’ di fortuna: doppietta di Zarate (il primo su rigore), Foggia e Pandev.A PAGINA 45

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=287318



Rossi fa 68 e raggiunge Agostini: “Mi ha dato la sua benedizione”
September 2, 2008, 4:53 pm
Filed under: notizie news | Tags: , , , , ,

Misano – Adesso perfino Giacomo Agostini comincia a tremare. «Mi rimane il primato delle vittorie (122) e dei titoli mondiali (15): bisogna accontentarsi. Certo che se va avanti così, c’è da preoccuparsi, anche perché Vale ha solo 29 anni», dice Ago con il sorriso sulle labbra, per la verità un po’ forzato. Valentino Rossi l’ha appena raggiunto a quota 68 successi nella classe regina, uno dei tanti record, apparentemente inattaccabili, del più grande motociclista della storia. Ma Rossi è altrettanto speciale e lo ha capito anche Agostini, costretto, suo malgrado, a fare buon viso a cattivo gioco. «Credo che per Valentino eguagliare un mio primato sia una cosa speciale e posso capire quello che prova in questo momento. Siamo tutti egoisti e vorremmo sempre essere i più bravi e per questo mi dispiacerebbe se mi portasse via anche gli altri primati. Ma ormai mi ero rassegnato al fatto che mi avrebbe raggiunto a 68 successi in MotoGP e che, presto, mi supererà. Per questo prima della partenza sono andato da lui e gli ho detto che avrebbe potuto vincere, che non me la sarei presa più di tanto».

Ricevuta la benedizione del mito, importante anche per motivi scaramantici, orgoglioso per l’abbraccio ricevuto da Diego Maradona sullo schieramento di partenza («Mi ha baciato le mani, io avrei voluto baciargli i piedi», ha poi scherzato), Rossi è scattato al via determinato a non far scappare Casey Stoner, apparso nelle prove un’altra volta imbattibile.
Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=287281



Alitalia, ultimatum del governo ai sindacati
September 2, 2008, 3:38 pm
Filed under: notizie news | Tags: , , , ,

Roma – La partita su Alitalia tra governo e
sindacati entrerà nel vivo giovedì prossimo. Sarà tra tre giorni
che, ricevuta l’offerta da parte di Cai, formalizzata ieri
sera, il commissario straordinario, Augusto Fantozzi, illustrerà
il piano ai sindacati. Solo dopo si inizierà a parlare di
esuberi.

Tempi stretti per l’intesa Il tempo per arrivare a un’intesa è comunque stretto: 10
giorni perchè la situazione della compagnia è drammatica e la
liquidità in cassa è agli sgoccioli. L’incontro di ieri sera tra il
governo, le nove sigle dei lavoratori e il commissario è servito
a Fantozzi per fare il punto sulla situazione di un’Alitalia che,
se non si farà presto, rischia di vedersi portare i libri in
tribunale. E secondo il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, i sindacati non
potranno non accettare. “L’avallo dei sindacati è fondamentale,
credo che ci debba essere – ha detto il presidente del Consiglio
– e non ho dubbi che l’accordo ci sarà. Non penso possano
accettare che ventimila persone vadano a casa”. I sindacati
cauti, giudicano positivamente l’approccio del governo ad una
discussione che riguardi anche il piano e non solo gli esuberi.
Ma aspettano di vedere come questo si concretizzerà.

Il governo chiede responsabilità L’esecutivo dunque torna a chiedere responsabilità alle
organizzazioni dei lavoratori.
Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=287357