Finalntasy’s Weblog


Bologna-Chievo 0-0 Poche emozioni, al Dall’Ara vince la noia
November 9, 2013, 9:20 am
Filed under: Uncategorized | Tags: , , , ,

A sorridere maggiormente è la squadra di Sannino, che spezza la serie terribile di sei sconfitte consecutive e vede salva, almeno per il momento, la panchina del tecnico.

La paura di scoprirsi sembra prevalere in campo, con il risultato che le due squadre tendono ad annullarsi a vicenda e a regnare è l’equilibrio.

I padroni di casa sembrano crederci di più e crescono con il passare dei minuti, ma faticano a creare manovre efficaci e ad innescare la vivacità di Diamanti e Cristaldo.Per vedere il primo tiro nello specchio della porta bisogna attendere il 14′ della ripresa: il tentativo è di Cristaldo, ma è una ‘telefonata’ sulla quale Puggioni non ha alcun problema.

Proprio i nuovi entrati provano a rendersi pericolosi: al 32′ l’attaccante del Bologna scarica il sinistro da fuori, Puggioni respinge in tuffo e poi blocca il successivo tentativo di Kone in scivolata.

 Fonte:  qn.quotidiano.net /sport/calcio/2013/11/04/976991-bologna-chievo-risultati-serie-a.shtml

Advertisements


Baseball.it
November 9, 2013, 9:16 am
Filed under: Uncategorized | Tags:

Dopo il diploma la Texas A & M University gli offre una borsa di studio, ma il fatto di non

In primavera del 2013 viene chiamato in MLB con i Braves e il 3 Aprile segna il suo esordio contro Philadelphia nel ruolo di ricevitore.

La sua prima regular season (ora lo aspetta la post season) si è conclusa da poco con una media battuta di .243 e 21 homer, ma il suo nome rimarrà nella storia per aver battuto il fuoricampo più

lungo in MLB nella stagione 2013 e il record di tutti i tempi nel Citizens Bank Park di Philadelphia contro Cole Hamels.

 Fonte:  baseball.it /leggi_rss_altri_sit i.asp?id=road_366629448,651731_:4_:0&tipo=2



Comitati Due Sicilie promuovono il Museo delle Cere
November 9, 2013, 9:10 am
Filed under: Uncategorized | Tags: , ,

Tra le sale dell’ex Palazzo Ducale dei Carafa di Maddlaoni, già sede della scuola militare Nunziatella, in seguito divenuto sito del Villaggio dei Ragazzi ad opera di Don Salvatore d’Angelo che volle dare a molti fanciulli l’opportunità di imparare dei mestieri e studiare, prende forma il museo delle cere, che con le sue opere interamente artigianali dalla dettagliata ricostruzione, permette al visitatore di poter vagare nel tempo perdendosi nei volti di tutti coloro che hanno contribuito con la leggenda, l’arte, la poesia, la recitazione, il coraggio o anche grazie a una corona, allo sviluppo del nostro territorio.

L’intento del museo è quello di promuovere la valorizzazione e la tutela del nostro patrimonio artistico, storico e culturale, ma allo stesso tempo di valorizzare molti antichi mestieri grazie ai quali le statue di cera sono state non solo abilmente plasmate ma anche riccamente abbigliate, in alcuni casi, di sete e stoffe particolarmente pregiate.

Seguono poi le reali coppie della dinastia dei Borbone da Carlo III con Maria Amalia fino a Francesco II e Maria Sofia, a ricordarci i fasti e primati del Regno delle Due Sicilie, per arrivare fin quasi al nostro tempo con De Filippo, Totò e Troisi, immortalati nelle loro espressioni tipiche, che tutti noi associamo all’imminente risata che così abilmente sapevano provocare.

Vista l’importanza e le potenzialità del luogo, i Comitati Due Sicilie stanno lavorando per avviare una collaborazione che apporti una crescente pubblicità a questo luogo che dopo Londra e Parigi, ospita un museo delle cere primo nel suo genere in Italia.

 Fonte:  casertanews.it /public/articoli/2013/10/30/063814_musei-maddaloni-comit ati-due-sicilie-promuovono-museo-cere.htm



Il primo libro sui grandi inverni romagnoli presentato in sala Oriani a Bagnacavallo giovedì 14
November 9, 2013, 8:55 am
Filed under: Uncategorized | Tags: , , , ,

Il primo libro sui grandi inverni romagnoli presentato in sala Oriani a Bagnacavallo giovedì 14 lunedì 04 novembre 2013 Alfonsine – 1929Pierluigi Randi e Roberto Ghiselli indagano il freddo e le nevicate dal 1880 ad oggi : eventi climatici storici nel 1929, 1956, 1985 e 2012

interesse anche per una platea ben più vasta.I grandi inverni dal 1880 in Romagna e province di Bologna e Ferrara di Pierluigi Randi e Roberto Ghiselli, appena pubblicato da An.Walberti editore con prefazione del colonnello

pagine racconta la storia, documentata con dati e immagini, delle più grandi nevicate e ondate di gelo avvenute in Romagna e nelle adiacenti aree del Bolognese e Ferrarese, dal 1880 ad oggi, con particolare riguardo agli storici eventi del 1929, del 1956, del 1985 e del 2012.

I grandi inverni dal 1880 in Romagna e province di Bologna e Ferrara,

 Fonte:  ravennanotizie.it /main/index.php?id_pag=65&id_blog_post=69538