Finalntasy’s Weblog


Dal pollo alle mandorle all’import-export globale
February 3, 2012, 12:43 pm
Filed under: news italia | Tags: , ,

Il sistema prevedeva, come ricorda uno studio, datato 2009, dell’«Osservatorio sulle migrazioni di Caritas-Cciaa e Provincia di Roma», il «fiorire di un numero enorme di mini-imprese specializzate nel commercio di beni di piccolo taglio in cui il margine di guadagno basso è compensato da un volume di vendita molto grande e dal notevole impegno lavorativo dei pochissimi soci».

Si cominciò con accendini e altri piccoli oggetti venduti dagli ambulanti, si passò agli abiti tradizionali, camice, foulard e indumenti di seta e poi, alla fine dei ’90, si puntò su jeans, t-shirt e scarpe confezionati in Cina o nelle sartorie clandestine della città eterna a bassissimo prezzo, grazie anche a una manodopera che lavorava a livelli molao vicini alla schiavitù.

A Commercity, nei pressi di Ponte Galeria, strategica per i collegamenti con i porti di Napoli e Civitavechia e l’aeroporto di Fiumicino, il traffico è monopolizzato da intermediari-grossisti cinesi che acquistano da importatori per rivendere agli ambulanti.

Uno dei tanti luoghi comuni sui nostri concittadini dagli occhi a mandorla è che stanno «espropriando» i nostri negozi per riempirli di articoli di bassa qualità e prezzo, praticando una concorrenza sleale in un momento di stagnazione economica del nostro Paese.

Fonte:
http://www.iltempo.it/roma/2012/01/08/1314612-pollo_alle_mandorle_import_export_globale.shtml

Advertisements