Finalntasy’s Weblog


Shopping «clonato»: una cinese in manette
September 20, 2008, 11:18 pm
Filed under: notizie milano | Tags: , , , ,

Una cinese di 29 anni che stava tentando di acquistare una borsa del valore di 1000 euro in un negozio di una nota griffe di via Condotti con una carta di credito clonata è stata arrestata dai carabinieri. I militari, avvertiti dalla commessa del negozio, hanno trovato nella sua borsa altre 26 carte di credito clonate e un passaporto intestato a una connazionale.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=291924



Bonus di 500 euro per i nati nel 2008
September 20, 2008, 10:03 pm
Filed under: news web site | Tags: , , , ,

Un bonus di 500 euro per i bambini del Lazio nati o adottati nel 2008. È quanto prevede la delibera approvata dalla giunta regionale del Lazio. Il contributo, «una tantum», si rivolge a tutte le donne residenti nei comuni del Lazio da almeno un anno e con un Isee inferiore a 20mila euro. Le domande per il contributo andranno consegnate al comune di residenza.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=291925



Classica
September 2, 2008, 8:32 pm
Filed under: notizie stampa | Tags:

MiTo è il festival di musica di tutte le sfere, con anche incursioni nel teatro e nella danza. Ma è la classica a ritagliarsi gli spazi più consistenti. L’ouverture è stasera alle 21, con un’orchestra e direttore di punta: l’olandese Royal Concertgebouw con Mariss Jansons sul podio e un programma diviso tra Messiaen, Debussy e Musorgskij. Ma il cartellone della musica classica sembra mediato. Quindi occhi puntati su una rarità per l’Italia: il complesso di Cleveland, inserito nei due cartelloni d’oro d’Europa, Lucerna e Salisburgo. Altra compagine di riguardo, la London Symphony diretta da Sir Colin Davis sarà di scena il 13 settembre e da Valery Gergiev il 16 settembre. Due le orchestre di bandiera: la Filarmonica scaligera, il 20 al Palasharp con Dmitri Kitajenko, e il Maggio musicale Fiorentino con Zubin Mehta (il 5) agli Arcimboldi. Un festival di tali proporzioni da poter esser diviso in capitoli e paragrafi. Così, al capitolo chiave delle grandi orchestre e direttori, segue quello della musica sacra e antica, attesa nella basiliche e chiese di Milano, Bergamo e Monza, e spesso introdotti da personaggi di cultura (da Gae Aulenti a Francesco Alberoni). Attesi gli ensemble titolati come Il Giardino Armonico (2), Cappella della Pietà de’ Turchini (23), il Clemencic Consort che il 7, in Sant’Ambrogio, propone una pietra miliare della storia della musica come la Messa di Notre Dame di Guillame de Machault.
Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=287315



Divertitevi, finché potete
September 2, 2008, 8:13 pm
Filed under: italia tua | Tags: , ,

Mai venir meno alle tradizioni: il nostro calcio è fatto così. Si comincia sempre con l’ora di ricreazione. Stravaganze per rendere più appassionante il drammone. Troppo banale veder vincere le squadre che contano, insignificante mettersi a raccontare del Milan che stupisce con Ronaldinho, dell’Inter che ha capito tutto con Mourinho, della Roma che sfarfalleggia sicura. No, noi ci vogliamo divertire così: ora di ricreazione per le grandi squadre, in attesa di… Ed allora ecco il campionato che non ti aspetti, unica variante alla monotonia del ritornello: cinque-sei-sette sorelle… Ieri la fantasia al potere non si è risparmiata: il Bologna è stata una torta (in faccia) avvelenata per i buongustai di San Siro. Il Catania un bon bon firmato Zenga. Il Chievo è tornato a ristabilire certe gerarchie. Il Torino sembra quello di una storia diversa: non sarà solo per Amoruso, anni 33, qualità doc garantita da una carriera a galleggiare tra l’essere e il non essere. Certo, poi c’è Rosina che, per ora, non ha pelati che gli tengano dietro. Zarate, cognome che una volta faceva storia nella boxe, parliamo di un campione del mondo non di un uomo da marciapiede, ci ha deliziato con le sue chicche e mandato la Lazio in testa alla classifica, alla faccia della Roma. Di Natale ha fatto venir rimorsi perfino a chi (e qui alza il dito anche chi scrive) l’ha visto come una cosina senza spessore durante i campionati europei.
Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=287244



Bossi: “Dopo l’ictus pensai di lasciarmi morire”
September 2, 2008, 7:54 pm
Filed under: notizie oggi | Tags: , , , , ,

Roma – Lottare o lasciarsi andare. Accettare o rifiutare. Resistere o mollare. Umberto Bossi sa bene quanto sia difficile scegliere per il meglio, quando d’improvviso la malattia ti cambia la vita. Sa bene quanto si debba faticare per non lasciarsi prendere dallo sconforto e chiudere anzitempo la partita. Sa bene, tra l’altro, quanto dolore possano provare i congiunti, i parenti più stretti, quelli che ti stanno accanto giorno e notte. Il più delle volte impotenti. Il Senatùr lo sa da almeno quattro anni. Da quando arrivò l’ictus.

Oggi, però, la sua forza d’animo – assicura – ha avuto la meglio. Ma in passato, tanti dubbi, molti tentennamenti. «In quei momenti ero convinto che non sarei più guarito», dichiara il ministro per le Riforme a Gente. Cosciente, spiega, di non riuscire «davvero a intravedere un futuro, una speranza». «Frastornato», impegnato in una «lotta durissima tra paura, angoscia e speranza». Nel corso della quale, rivela, «ho pensato di lasciarmi andare, di non lottare più per sopravvivere».

Esperienza diretta, dunque. Tale da comprendere chi, in questi mesi, ha riaperto il dibattito sull’eutanasia. Tale da capire, magari senza condividerla appieno, la posizione di Beppino Englaro, papà di Eluana – la donna in coma da quasi 16 anni a seguito di un incidente stradale – che, tra carte bollate e appelli di varia natura, porta avanti la sua battaglia.
Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=287176



Pazzi per le sitcom
September 2, 2008, 7:52 pm
Filed under: notizie stampa | Tags: , ,

Milano – I medici, le giovani donne, i presentatori, gli agenti pubblicitari, i piloti, le cuoche, gli uomini amanti del calcetto. Non c’è scampo per nessuno. Nella stagione televisiva che sta per iniziare a essere presi di mira saranno in tanti. Il bombardamento, fatto di risate, ironia e leggera perfidia, arriverà dalle sit-com. Le serie, cioè, girate in ambienti chiusi che, usando la tecnica dell’esagerazione e del grottesco, ironizzano su situazioni o personaggi. Ne sono previste molte su Mediaset (che per prima ha lanciato il genere), alcune sui canali Sky e Rai. La novità imminente è Medici miei, in arrivo da martedì su Italia Uno per quattro serate all’insegna della parodia delle vicende ospedaliere. Interpretata da Enzino Iacchetti (che in una puntata crede di essere il dr. House), Giobbe Covatta, Elisabetta Canalis, Antonio Cupo, Eleonora Pedron, promette di essere spassosa. Ma in preparazione ce ne sono molte altre. «Perché – racconta Fatma Ruffini, responsabile delle sit-com Mediaset (nonché direttore dei programmi e dei format) – c’è una disposizione favorevole del pubblico verso questo genere. All’inizio era considerato un riempitivo adatto solo al pomeriggio, poi pian piano ha fatto breccia: i primi anni abbiamo proposto situation comedy più tradizionali, legate alla famiglia, come Casa Vianello o Nonno Felice con Gino Bramieri. L’evoluzione si è avuta con Belli dentro, il Mammo, Don Luca e Finalmente soli che hanno allargato il campo a situazioni diverse.
Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=287228



Commerz compra Dresdner Esame tedesco per Generali
September 2, 2008, 7:43 pm
Filed under: news su internet | Tags: , , , , , ,

da MilanoIncognita tedesca nel futuro delle Generali, il cui accordo di bancassurance con Commerzbank non sarà prolungato oltre la scadenza del 2010. È la conseguenza all’unione tra Commerzbank e Dresdner da cui nascerà il secondo gruppo bancario tedesco alle spalle di Deutsche Bank. L’operazione, approvata ieri dai rispettivi consigli di sorveglianza, prevede che Allianz ceda Dresdner a Commerzbank per 9,8 miliardi. Al termine delle due fasi del riassetto, probabilmente nella seconda metà del 2009, Allianz avrà però una quota del 30% nel nuovo gruppo bancario diventandone il socio forte. Per finanziarsi Commerzbank cederà inoltre al gruppo assicurativo i fondi di Cominvest per 700 milioni.Il matrimonio ha una doppia ripercussione in Italia visto che Generali, attualmente primo azionista di Commerz, con l’8,8%, si troverebbe a convivere con la concorrente Allianz. Inoltre, Commerz fa parte del patto di sindacato di Mediobanca (a sua volta prima socia delle Generali). L’unione Commerz-Dresdner impone quindi a Trieste di rivedere la propria strategia in Germania, chiedendo magari una compensazione nell’Est Europa. Al momento Generali mantiene una posizione di studio con l’intenzione di far pesare il proprio impegno azionario.«Questa è una transazione che ha un forte significato strategico per Commerzbank. In qualità di maggiore azionista di Commerzbank la priorità del nostro gruppo è stata sempre quella di acconsentire a qualsiasi transazione che fosse accrescitiva di valore per tutti i nostri azionisti.
Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=287209